Fall in love with Alberto Braida’s improvisation

0
385
Alberto Braida, foto Jože Požrl

Nel concetto ampio di stile di un artista molti si sono fermati a dichiararne la complessità e la molteplicità delle sue manifestazioni. Nella musica queste caratteristiche sono evidentemente più difficili da scoprire, dal momento che essa non è lingua scritta o visiva, è materia che va interpretata in altro modo: una concentrazione di fattori, delle particolari elaborazioni dei parametri musicali o un funzionamento

in alternativa
Articolo precedenteLe nuove generazioni compositive italiane: Simone Corti
Articolo successivoSergio Sorrentino e la chitarra elettrica contemporanea
Music writer and founder of Percorsi Musicali, a multi-genre magazine focused on contemporary music and improvisation's forms. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 1600 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.