Tonalità con riferimenti orientali

Non sono pochi coloro che si sono innamorati della musica di Magnus Lindberg del suo secondo periodo: l'abbandono progressivo delle tecniche sperimentali e l'ingresso in una fase armonica provvista di un suo spazio di...

Un indirizzo sulla musica di Nikolai Kapustin

Non sembra possibile per molti la circostanza che un musicista senza ulteriore formazione compositiva possa essere in grado di creare strutture complesse per la musica. Nikolai Kapustin (1937-2020), per esempio, non ebbe mai il...

Le nuove generazioni compositive italiane: Danilo Comitini

La musica può condurre il pensiero verso angolature che riflettono l'Eternità. Non è un concetto astratto quello che vede nell'arte la possibilità di intravedere una sintesi di quello in cui si può articolare l'aldilà....

From Afar: Jorge Villavicencio Grossmann

Questo è il primo cd che la Kairos R. dedica ad un compositore di origini peruviane. Jorge Villavicencio Grossmann (1973), padre peruviano e madre brasiliana di discendenza austriaca, ha dovuto molto presto trasferirsi in...

L’aurora di Thomas Wally

In quel delicato equilibrio che vuole che la musica mantenga legami con il passato, ciascun compositore propone nuove potenzialità espressive curandosi di trovare la migliore organizzazione del proprio pensiero in seno all'esecuzione e all'interpretazione...

Sulla ridondanza in musica

Nell'ultimo lavoro del chitarrista norvegese Stian Westerhus la parte finale svela l'interesse del musicista verso il concetto della "ridondanza", attuata tramite un set di frasi ripetute per la maggior parte del brano: Never never ever...

Prodigi della composizione pianistica: Francis Poulenc

L'ultima biografia su Francis Poulenc fatta da Roger Nichols, uno dei suoi più accaniti studiosi, mi permette di introdurre un compositore sul quale si è scritto molto. Poulenc ha subito molte schematizzazioni, tra cui...

I’ve known rivers: pensare al jazz come un compositore

Nei plurimi rapporti tra jazz e musica classica nel Novecento, c'è n'è uno piuttosto trascurato dalla critica, che ebbe vita grazie ad una manciata di artisti americani tra il 1977 e il 1985. Non...

Martino Traversa: Hommage

There are many ways to go against the grain in the musical world. One of the most dangerous is composing in a style that no longer seems to belong to the fashions or compositional...

Strani droni e strane intonazioni

Si deve a Morton Feldman se ad un certo punto della musica è esistita la possibilità di ricontestualizzare la percezione su un'apparente economia di mezzi. L'americano fu in grado di carpire nuove molteplicità dall'ascolto...

Articoli Più Letti

Servire l’umanità in evoluzione: Gianni Lenoci

  ...."Dal mio punto di vista, la maggior parte dei musicisti di jazz italiani e non (in particolare quelli più in vista e che quindi...