Analisi formale 1

0
627
Photo by Artem Beliaikin from Pexels
L.Van Beethoven – Klaviersonate nr.12 op. 26 (1801)
Tema 5 variazioni – Scherzo/Trio – Marcia Funebre – Rondò sonata.
TEMA
Esposizione. – ( = 34 battute).
Tonalità d’impianto. – ( = La bemolle).
Modulazioni. – Fa minore & Mi bemolle.
Tema originale. – Andante in metro 3/8 Proposta – risposta negativa. Di carattere ternario, del tipo:
 
A-B-A1
A ( = batt. 1-16)
B ( = batt. 17-26) 
A( = batt. 27-34)
 
A ( = 8+8 batt.)
B ( = Z.m.c. = 10 batt.)
A1 ( = forma contratta = 8 battute)
 
Ritmo armonico. – Pulsazione in semiminime puntate.
Caratterizzazione. – Pulsazione ritmica d’ottavi & sedicesimi, movimento sincopato, appoggiature, oscillazioni ed elisioni, ribattuti in entità fraseologiche ascendenti/discendenti.
Var. 1
I. Di caratterizzazione ritmica
Tonalità. – La bemolle. Modulante a Si bemolle minore – Fa minore – Mi bemolle.
Forma. – Ternaria.
Z.m.c. ( = 10 battute ) mantiene il registro e il ritmo dell’esposizione con propria caratterizzazione. Mantiene lo stesso ritmo armonico dell’esposizione e medesimo schema ritmico; caratterizzata dal ritmo acefalo.
 
Var. 2
II. Di caratterizzazione ritmico-armonica
Tonalità. – La bemolle. Modula a Mi bemolle minore – Si bemolle minore – Do minore.
Forma. – Ternaria.
Z.m.c. ( = 10 battute ) varia il registro. Mantiene i fenomeni d’oscillazione dell’esposizione, mantiene lo stesso ritmo armonico del Tema.
Var. 3
III. Di caratterizzazione melodico-armonica
Tonalità. – La bemolle minore. Modulante a Re bem. – La bem. – Mi bem. – Mi bem. minore con relativo sesto grado abbassato in qualità di ritardo.
Forma. – Ternaria.
Z.m.c. ( = 10 battute) varia il registro, caratterizzata dal movimento sincopato affine al Tema, mantiene lo stesso ritmo armonico dell’esposizione e gli stessi fenomeni d’oscillazione; caratterizzata dal quarto grado alterato e dal sesto grado abbassato.
Var. 4
IV.  Di caratterizzazione ritmico-melodica
Tonalità. – La bemolle. Modulante al tono di dominante – Si bem. minore – La bem. minore – Fa – dominante supplementare – Do minore – Mi bemolle.
Forma. – Ternaria.
Z.m.c. ( = 10 batt.) varia il registro, mantiene il ritmo armonico del Tema. Caratterizzata da fenomeni d’oscillazione congruenti all’esposizione, dal sesto grado abbassato e dal quarto grado alterato, da tripla appoggiatura; da un pedale di dominante.
Var. 5
V.  Di caratterizzazione fraseologico-melodica
Tonalità. – La bem. Modula a Si bem. – Mi bem. – Re bemolle.
Forma. – Ternaria con introduzione. Questa variazione presenta un’introduzione simmetrica di 8 battute composta da due frasi binarie.
Z.m.c. ( = 10 batt.) varia il registro, mantiene il ritmo armonico del Tema, presenta ancora una volta fenomeni di oscillazione affini al Tema, ritmi acefali, progressioni discendenti del tipo 34 6 è caratterizzata dal quarto grado alterato e sesto grado abbassato; ha effetti pedale oltre che pedali di tonica e dominante.
N.B.
La forma contratta A1 è del tipo: c1b1 –a1 –a2 –a3 –a4
Scherzo:
A – B – A1
 
Batt. 1-16. Periodo composto di 2 metà identiche, Do ( = principale polo d’attrazione. A: La bem., prima sezione ( = 2 periodi di 8 battute ). 
Batt. 1-5. Tema per quarte ascendenti, temporanea tonicizzazione della dominante di 4 battute; presenta un andamento regolare.
a: α – accordo di Fa min.
β – cadenza perfetta alla dominante.
a’ ( = trasposizione di a & ripetizione trasposta di a ):
α‘ – Fa min.
 
β‘ – Mi bemolle.
a”: α“- β” Mi bemolle.
a”‘: α“‘ – mod. a La bem.
β“‘ – cadenza alla tonica.
Batt. 16-43 B: La bem., nuova trasposizione del motivo iniziale; fioritura per terze. 
Batt. 24: Do/ Fa minore.
Batt. 29: 9a dell’accordo di Do.
Batt. 25-43: pedale di dominante.
Batt. 44-67 A1: Fa min. ripetizione in forma variata di A ( = 24 battute ). Cambio di registro, spostamento di registro della ripetizione di A in forma variata.
Batt. 60-63: episodio sincopato.
Batt. 60-67: episodio conclusivo cadenzale.
Trio: 
 
 B 
 
A-a: αα‘-α” = inciso & cadenza alla dominante congruente allo scherzo.
B: Inversione intervallare ( = 2 mezze frasi ternarie positive ed una binaria positiva). 
 
Batt. 67-96. Re bem. ( = tonalità della sottodominante).
Batt. 77: quarto grado alterato di Re bem./sesto grado abbassato di La bem.
Batt. 77-87: progressione ascendente di 5 & cadenza perfetta.
La forma ripercorre la consueta partizione tonale: 
 
Scherzo ( = La bem.) 
 
Trio al tono della sottodominante dello Scherzo senza ritornelli e ripetizione.
 
Simone Santi Gubini (Graz, 2014)

Articolo precedenteFunzioni regolatrici
Articolo successivoAnalisi formale 2
Simone Santi Gubini (1980, Roma) ha studiato composizione, organo e pianoforte al Conservatorio Francesco Morlacchi di Perugia (2002-2007) e storia e tecniche della musica elettronica con Giorgio Nottoli all´Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” (2000-2003). Ha frequentato Masterclass con Brice Pauset, Hans Werner Henze, Wolfgang Rihm, Helmut Lachenmann e Tristan Murail (2004-2007). Nell´inverno del 2006 Simone Santi Gubini ha preso parte, come Artist in Residence, in Villa Medici, Roma, scrivendo il suo primo lavoro (Abstrakte Natur Lebendig, 2006) in un nuovo lessico musicale da lui elaborato nel saggio “Composizione a Parti Uguali” (Vienna, 2011). I suoi lavori sono stati pubblicati dalle edizioni Gallimard, Parigi e La Camera Verde, Roma e spesso sistemano il loro potenziale sulle leggi dell'energia e del rilievo acustico. Ha scritto per il teatro musicale contemporaneo, vive e lavora a Berlino.