Steve Lacy solo sax

0
319
Quando si parla di espressività nel jazz non si può fare a meno di ricorrere alla figura del sassofonista soprano americano Steve Lacy. Lacy è ancora oggi uno dei più amati jazzisti di tutti i tempi, un’evenienza che a dir il vero non sorprende quando si comprende l’universalità della sua musica, naturalmente proiettata all’edificazione di un ponte di raccordo tra diverse tipologie di

in alternativa
Articolo precedenteComposizione avanzata 1
Articolo successivoContrasti ed affinità in due compositori danesi: Rasmussen e Glerup
Music writer and founder of Percorsi Musicali, a multi-genre magazine focused on contemporary music and improvisation's forms. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 2000 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.