Nuove estetiche a Reykjavik: Guðmundur Steinn Gunnarsson

0
1023

Quando facciamo riferimento al termine “liminale” spesso vogliamo indicare una situazione al confine, tra la realtà e la finzione, sperimentata sotto l’effetto indotto di un evento: liminale può essere quella fase che si vive in un momento di sconforto, quella che ci fa stare in una transizione tra due luoghi, ma può essere anche un periodo di evoluzione, trasformazione. Nella musica riuscire ad

Articolo precedenteTurkish contemporary music
Articolo successivoI’ve known rivers: pensare al jazz come un compositore
Music writer, independent researcher and founder of the magazine 'Percorsi Musicali'. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 2000 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.