Bludenzer Tage zeitgemäßer Musik

0
87

Si distingue sempre per raffinatezza di scelte il festival di musica contemporanea che si svolge a Bludenz, un paese di circa 15mila abitanti dell’Austria ai confini della svizzera tedesca. Soprattutto da quando l’organizzatrice è Clara Iannotta. Dopo lo hiatus dovuto al covid, si riparte con una programmazione di 4 giorni (dal 7 al 10 ottobre) che vede impegnati l’Ensemble Mosaik, il Mdi Ensemble, il Trio Catch, il Faint Noise Trio e il Maurice Quartet in composizioni nuove e ricercate, che avranno il privilegio di poter sposare gli indirizzi d’ascolto della comunità attenta di Bludenz. Saranno rappresentati compositori da scoprire come Kelley Sheehan o Matthias Kranebitter, mentre un quartetto di musicisti-improvvisatori formato da Julia Eckhardt, Rhodri Davies, Enrico Malatesta e Carol Robinson eseguirà due Occam Delta di Eliane Radigue; inoltre sarà eseguito in completezza il Ciclo dell’assedio di Netti. Tra i compositori italiani performati ci saranno anche Fausto Romitelli, Daniela Terranova e Andrea Mancianti.
Qui puoi sfogliare il programma completo.

Articolo precedenteLe nuove generazioni compositive italiane: Luca Guidarini
Articolo successivoSessioni di musica improvvisata/instant composition per il festival di Taviano
Music writer and founder of Percorsi Musicali, a multi-genre magazine focused on contemporary music and improvisation's forms. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 1700 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.