Sessioni di musica improvvisata/instant composition per il festival di Taviano

0
137

L’idea di costituire un festival internazionale dell’improvvisazione libera nel Sud Italia è qualcosa che certamente non è mai mancata nella testa del percussionista Marcello Magliocchi. Marcello, con grandi difficoltà nel reperimento delle risorse necessarie allo svolgimento, in una zona del mondo piuttosto riluttante rispetto a questo tipo di iniziative, ha compiuto miracoli nel saper organizzare rassegne che sono andate sempre molto vicine all’idea subodorata all’inizio e Percorsi Musicali ne ha dato quasi sempre testimonianza.
Stavolta si va alla punta estrema dello stivale, a Taviano, in provincia di Lecce, dal 22 al 24 ottobre, per la messa in piedi di O.S.I.M.U., meeting dedicato dove confluiscono alcuni dei musicisti più emblematici della storia della free improvisation, uomini che oltre a portare il verbo di questa musica nel mondo, sono anche parte di una comunità invincibile, che si stringe a protezione delle proprie consuetudini e di un progetto di resistenza culturale.
Magliocchi ci avverte che “..le sessions che i musicisti realizzeranno sono aperte al pubblico e l’ingresso gratuito…“; gli artisti presenti saranno: Adam Bohman, Matthias Boss, Lawrence Casserley, Marilza Gouvea, Bruno Gussoni, Marcello Magliocchi, Carlo Mascolo, Marcio Mattos, Adrian Northover, Roberto Ottaviano, Donatello Pisanello, Jean Michel Van Schouwburg.

Articolo precedenteBludenzer Tage zeitgemäßer Musik
Articolo successivoLuis De Pablo
Music writer and founder of Percorsi Musicali, a multi-genre magazine focused on contemporary music and improvisation's forms. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 1700 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.