I piccoli miracoli di Marco Momi nella serie dei Vuoi che…

0
97
foto credit Maurizio Rellini

Mi vorrei soffermare sulle ultime creazioni del compositore Marco Momi, in particolare quelle del ciclo Vuoi che, una sintesi terminologica che si può trarre dalla nomenclatura drammaturgica e a cui Momi ha poi aggiunto un contenuto specifico nelle tre composizioni che formano il ciclo (Vuoi che i passi accadono, Vuoi che perduti, Vuoi che nel fuori).
Chi conosce la

in alternativa
Articolo precedenteMahler (in/a) Cage: panorami sonori fisiognomici
Articolo successivoGli Istanti Sonori del polo improvvisativo di Pisa
Music writer and founder of Percorsi Musicali, a multi-genre magazine focused on contemporary music and improvisation's forms. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 1800 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.