Matthias Kranebitter: Encyclopedia of Pitch and Deviation

0
255

Ci sono molti modi per avvicinarsi alla musica e ciascuno di essi ha il suo impatto e livello di difficoltà. Matthias Kranebitter (1980) è certamente uno di quei compositori che lavora sul confine estremo delle percezioni e gli piaciono le sfide, soprattutto quelle che verificano l’ascolto su basi concrete. Kranebitter viaggia su uno dei treni più scomodi ed avanzati della composizione musicale, quella che tracima su una visione

Articolo precedenteViera Janárčeková: Dotyk
Articolo successivoAlessandro Milia: sonazzos | solos
Music writer, independent researcher and founder of the magazine 'Percorsi Musicali'. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 2000 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.