La giovane improvvisazione libera in Finlandia

0
180
photo Teemu Mustonen

Il principale scopo della ricerca di questa rubrica sulla giovane improvvisazione europea è conoscere lo stato delle tendenze in un età formativa, quando le scelte definitive di un’artista stanno per compiersi o si stanno maturando. La fissazione di una soglia arbitraria d’età (portata intorno ai nati al 1987) può bene esprimere una differenziazione di obiettivi e procurare riflessioni sulla possibile continuazione di una scena improvvisativa di un paese. Per un paese come la Finlandia, per esempio, è stato

in alternativa
Articolo precedenteSergio Armaroli: sulla densità
Articolo successivoEric Wubbels – if and only if
Music writer, independent researcher and founder of the magazine 'Percorsi Musicali'. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 2000 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.