Kirk Knuffke Trio: Gravity without airs

0
93

Il jazz per sua natura ha una capacità multiforme e malleabile nei confronti delle suggestioni degli altri generi musicali. Il jazzista contemporaneo che voglia tentare di offrire un suo reale apporto, originale, inedito e realmente inquieto, ha bisogno di sviluppare competenze non solo tecniche, ma ha il preciso dovere di interrogare la storia del jazz analizzando le pratiche

in alternativa
Articolo precedenteMatthew Bourne: Irrealis
Articolo successivoPasquale Corrado: Bowl of Rain
Nicola Barin è un appassionato di musica jazz e di cinema. Dal 2008 sino a Dicembre 2017 ha condotto il programma di musica jazz "Impulse" per l'emittente radiofonica Radio Popolare Verona. Dal 2016 conduce, per la radio web www.yastaradio.com, il programma di musica jazz "Storie di Jazz". Collabora inoltre con i magazine on-line: www.jazzconvention.net, www.distorsioni.net, www.traccedijazz.it e con la testata giornalistica www.sound36.com. Scrive inoltre per il sito della rivista musicale Jazzit, www.jazzit.it. In passato ha stilato diverse interviste per la testata giornalistica on-line Andy Magazine confluite nel progetto "My Life/My Music", curato dal critico musicale Gianmichele Taormina, che indagava i protagonisti del jazz italiano.