The young Swiss improvisation

0
92
SC'ÖÖF_4 © Gregor Brändli

Per conoscere la gioventù musicale della Svizzera (giovani da 35 anni in giù) propongo un’analisi che è su basi geografiche-aggregative. In Svizzera vanno sommati eventi più vecchi ed eventi più recenti, poiché l’organizzazione e la formazione della libera improvvisazione è una conseguenza di un posizionamento su aree specifiche e di una visione internazionalizzata. Ci sono innanzitutto dei poli

in alternativa
Articolo precedenteGreg Davis: New Primes
Articolo successivoLa composizione per strumento in solo ed elettronica nel ventunesimo secolo: flauti e legni (prima parte)
Music writer and founder of Percorsi Musicali, a multi-genre magazine focused on contemporary music and improvisation's forms. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 1800 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.