Le città invisibili: da Calvino a Jacomucci

0
559

Calvino è stato uno scrittore fenomenale. I suoi testi sono una panacea incredibile per chi dalla lettura pretende un livello profondo di riflessione su ciò che è la nostra esistenza su questo pianeta e hanno anche un ulteriore pregio, ossia impongono al lettore la ricchezza dell’immaginazione, un potere che non viene usato in modo licenzioso e fine a sé stesso ma costituisce una visione ben precisa di una

in alternativa
Articolo precedenteRiscopri le “simulazioni”
Articolo successivoUn tracciato di conoscenza per il centenario della nascita di Ligeti
Music writer, independent researcher and founder of the magazine 'Percorsi Musicali'. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 2000 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.