Sulle tracce del Syntax Ensemble!

0
400

Nato nel 2018, il Syntax Ensemble è un ensemble di lusso. Pasquale Corrado, Maurilio Cacciatore e Michele Marco Rossi hanno ben presto intuito che era possibile dotarlo di un potenziale particolare: si trattava di pensare a nuove suggestioni, non solo accompagnando le richieste commissionali, ma anche creando dei percorsi della fruizione adatti ad un miglior godimento dei concerti dal vivo (vedi qui la dettagliata pagina del sito dell’ensemble).
E’ così che l’ensemble si è inserito nelle programmazioni musicali riunendo nel collettivo solisti eccellenti a seconda delle composizioni trattate, si è avvicinato all’intrattenimento poetico e teatrale, ha preso in carico le ragioni di una riflessione su come distribuire in maniera efficiente la musica moderna e contemporanea (la separazione dei due termini ha un’evidente logica interpretativa). In poco più di 5 anni, una minuziosa attività preventiva ha reso possibile un intervento diversificato che si è prodotto tra auditorium, teatri e festival: il Syntax ha seguito il concepimento del format di concerti IMAGO, ha rielaborato il Façade di Walton, sostiene le competizioni internazionali e le premières di molti compositori italiani senza alzare a tutti i costi muri o confini di genere. Domani, per esempio, c’è la rassegna ELECTRO (una costola del pensiero realizzativo di IMAGO) all’Auditorium San Fedele di Milano, luogo in cui verranno presentate numerose anteprime di compositori italiani (Franceschini, Montalti, Bertelli, Manca) e una di Dmitri Kourliandski, tutte eseguite con interessamento di elettronica, digitalizzazione, luci e video mapping.
Ottimi pretesti per andarci. Non contrastate la curiosità!

Articolo precedenteContemporary flute and piano: a range of action and 10 pieces to survive
Articolo successivoLe azioni artistiche del collettivo Muzzix
Music writer, independent researcher and founder of the magazine 'Percorsi Musicali'. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 2000 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.