Due diverse diramazioni del silenzio di Cage

0
411

 

La straordinaria apertura del John Cage di 4’33” ha creato seguaci che hanno cercato di approfondire quella tematica del silenzio e delle sue implicazioni, spesso anche svincolandosi da parametri classici. Negli ultimi vent’anni le scuole più audaci di musicisti (sia americani che europei) hanno tentato di dargli un senso più compiuto anche in

in alternativa
Articolo precedenteGli idiomi della sinfonia nordica e l’exploit attorno al 1950
Articolo successivoTimbri infantili nel rock femminile
Music writer, independent researcher and founder of the magazine 'Percorsi Musicali'. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 2000 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.