Una filosofia congeniale per Paul Motian

0
468

Nel vocabolario italiano, il verbo “ricamare” è spiegato come esecuzione di punti decorativi con ago su tela, seta o altri tessuti, che seguono un certo disegno. L’atto del “ricamo” implica un movimento delle mani che non è perfettamente sincrono, anzi è funzione dello zelo creativo, di un uso autonomo delle pause e più in generale è espressione di

in alternativa
Articolo precedenteL’impuls festival a Graz
Articolo successivoL’absum di Osvaldo Coluccino
Music writer, independent researcher and founder of the magazine 'Percorsi Musicali'. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 2000 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.