2021 music recommendations

0
1170
Caroline_Shaw_with_Attacca_Quartet_and_So_Percussion_at_Miller_Theater, Photo by Steven Pisano, Source https://www.flickr.com/photos/86699864@N00/49517838832/ Author Feast of Music, Creative Commons Attribution 2.0 Generic license.

Consueto resoconto di fine anno. Unica differenza rispetto agli anni passati è che stavolta ho cercato di stemperare l’errore che si produce nella musica classica al riguardo delle date di composizione: è quasi una costante pubblicare materiale discografico anni dopo la data della creazione, a differenza di quanto normalmente avviene negli altri generi musicali, dove creazione (o anche esibizione dal vivo riversata su supporto discografico) e pubblicazione stanno in un brevissimo lasso di tempo tra loro. Per questo motivo ho utilizzato un criterio di selezione per la classica basato su una media ponderata delle composizioni contenute nei CD, in modo da non andare a ritroso oltre il 2016 e offrire una selezione quanto più real time possibile.
Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che mi leggono e mi sostengono a vario titolo: il vostro consenso è prezioso e mi sembra di poter dire di scorgere una piccola comunità controcorrente e consapevole di sposare un’altra filosofia della musica, una che certamente non si adegua a quel linguaggio imperfetto oggi imperversante nella società. In tv, sui social networks o durante qualsiasi discussione informale, spesso si usano termini impropri, si designano “grandi” figure artistiche che di “grande” hanno ben poco e invece si trascurano i veri drivers culturali del momento e il percorso di ricerca che li ha caratterizzati. Vorrei che molti stessero più attenti ai dettagli prima di abusare del significato delle parole.
La lista naturalmente non prevede nessun ordine di preferenza e non si prefigge nessun scopo particolare, basandosi semplicemente su un mix tra innovazione e bellezza estetica (se ne potrebbero fare altre cento di liste con obiettivi uno diverso dall’altro). E’ un frutto del ricordo a cui fa difetto la conservazione nel tempo, anche se partorisce analisi: troverete molte segnalazioni di artisti e di musiche che non ho avuto tempo di trattare con un regolare articolo e dove questo succede ho indicato anche un link per l’ascolto. Per il resto potete leggere le mie informazioni e abbonarvi. Quest’anno abbiamo superato quota 2000 articoli e il sito si sta sempre più strutturando come punto di riferimento per alcuni settori musicali: divulgazione, ricerca, incontro efficiente con gli artisti, sono le grandi motivazioni di Percorsi Musicali; qualcuno ogni tanto mi ricorda che sarebbe bello se scrivessi un libro ma ignora che l’ho già fatto, basterebbe forse solo mettere ordinatamente assieme i pezzi dei miei interventi. Abbonatevi e perlustrate la rivista!.
Quest’anno ringrazio particolarmente Michele Palozzo per aver offerto le sue competenze alla rivista e sono lieto di preannunciare un nuovo e qualificato scrittore già da gennaio prossimo, di cui terrò segreto sul nome fino al suo primo intervento.

Classical music (contemporary, extended techniques, post-modern, with electronics)

Alberto Posadas, Ricard Capellino, Veredas, Kairos
Wojciech Blazejczyk, General Theory of Relativity, Kairos
Compositori Vari per Hélène Pereira, Axis Mundi, col legno
Compositori Vari per Giuseppe Giuliano, Giuseppe Giuliano plays piano works for Maderna, Setola di Maiale
Ryoko Aoki with E. Couturier, Yoru No Kotuba, ALM R.
Michael Gordon, Octet, Cantaloupe R.
Christopher Otto, Rag’sma, Greyfade
Brendon Randall-Myers, Miki Sawada, A kind of mirror, slashsound R.
poi singolarmente:
Beat Furrer, Tableaux I-IV, for orchestra (qui al 46′ minuto)
Franck Bedrossian, Don Quixote Concerto – Memories of a knight errant for a pianist, his assistant and a chamber orchestra (you can listen to it here from 41′ until the end)
Frederic Durieux, Diario Ellittico, string quartet
Bernhard Gander, Souring Souls, per violoncello e contrabbasso
Alexandros Markeas, Music of choices, happening musical et jeux interactifs pour pianiste, ordinateur, public équipé de smartphones et voix parlée
Damian Gorandi, The Perfect anti-object (…a silent agent…), per percussione ed elettronica
Jug Marković, defiant walks barefoot, per voce, video ed elettronica

Italian Composition

Stefano Gervasoni, Muro di Canti, Kairos
Alessandro Perini, The Expanded Body, Kairos
Clara Iannotta, Moult, Kairos
poi singolarmente:
Claudio Panariello, On the possibility of cultivating shadows, Quartetto Maurice
Giovanni Verrando, Instrumental freak show
Daniela Terranova, Flowers Endlessly Open, Trio Catch
Luca Guidarini, Still life: electric matter with living flesh
Zeno Baldi, Laminar Flow, Yarn/Wire, for piano and percussion quartet

Pur non riuscendo a collocarli nella parte favorevole della ponderazione temporale, comunque faccio una menzione per i CD di Matteo Rigotti su Stradivarius e di Francesco Palmieri per l’opera alla chitarra di Steen-Andersen.

Improvisation (jazz, free improv, electroacoustic, compo-improv, etc.)

Floating Points (Sam Shepard), Pharoah Sanders & London Symphony Orchestra, Promises, Luaka Bop
Magda Mayas’ Filamental, Confluence, Relative Pitch R.
Anna Webber, Idiom, Pi Recordings
SKRIM, The Crooked Path, Hubro
Punkt Vrt. Plastik, Somit, Intakt
Elisabeth Coudoux – Emiszatett, Earis, Impakt R.
Alexander Hawkins, Togetherness Music, for 16 musicians featuring Evan Parker and Riot Ensemble
Ulrich Mitzlaff & Carlos Santos, Studies on color field modulation, Creative Sources
Ivo Perelman, Brass & Ivory Tales, box 9 cds, Fundacja Sluchaj
Vasco Trilla, Unmoved Mover, Fundacja Sluchaj
Rodrigo Pinheiro & Pedro Carneiro, Kinetic Etudes, Phonogram Unit
Debacker | Zwißler | Hübsch | Nillesen, Live at Moers Festival ’20, Impakt R.
Alex Zethson Ensemble, Some of them were never unprepared, Relative Pitch R.
Matthew Shipp, Codebreaker, AUM Fidelity

Italian Improvisation (jazz, free improv, electroacoustic, compo-improv, etc.)

Andrea Massaria, New Needs Need New Techniques, Leo R.
Michele Rabbia con Ingar Zach, Musique pour deux corps, Sofa M.
Gianni Lenoci / Franco Degrassi, Nothing, Setola di Maiale
Marco Colonna con Luca Corrado e Giorgio Tebaldi, Treatise reloaded
Giovanni Maier & Massimo De Mattia, Naonis Live, Palomar R.
Flavio Zanuttini, Nickel Kosmo Vol. 1 – From Buco Nero with Love, autopr.
Giancarlo Locatelli & Alberto Braida, from here from there, We Insist R.
The Lenox Brothers (Mimmo, Martino, Cusa), Township Nocturne, Amirani
Gianni Gebbia, Sleep, objet-a
Entanglement Trio, A brief history of time, nusica.org
Mirco Ballabene, Right to party, Niafunken
Hitra, Transparence (Alessandro Sgobbio con Jo Berger Myhre, Øyvind Skarbø, Hilmar Jensson)
Giancarlo Schiaffini/Sergio Armaroli, Deconstructing Monk in Africa, Dodicilune

Electronics, electroacoustic, field recordings, noise, drone, weird, etc.

James Ginzburg, crystallise, a frozen eye, Subtext
Lea Bertucci, A visible lenght of light, autopr.
Vanessa Rossetto & Lionel Marchetti – The Tower (The City), Erstwhile R.
Olivia Block, Innocent passage in the territorial sea, Room40
Saba Alizadeh, I may never see you again, 30M R.
Jos Smolders & Jim O’Rourke, Additive inverse, Moving Furniture Records
Jacob Cooper and Steven Bradshaw, Sunrise, Cold Blue Music
U/nu (Rosario Di Rosa), Studio disarmonico di un attimo, Slowth R.
Sergio Armaroli con Alessandro Camnasio e Roberto Masotti, Mahler (in/a) cage, Gruenrekorder
Thomas Ankersmith, Perceptual Geography, Shelter P.

Rock/pop/folk and borders

Sunn O))), Metta, Benevolence BBC 6Music: Live On The Invitation Of Mary Anne Hobbs, Southern Lord
Low, Hey What!, Sub Pop
Fred Frith Trio with Lotte Anker and Susana Santos Silva, Road, Intakt
Ryley Walker & Kikagaku Moyo, Deep Fried Grandeur, Husyky Pants Records
Daniel Bachman, Axacan, Three Lobed Recordings
Natalie Jane Hill, Solely, Dear Life
Ulrich Schnauss & Mark Peters, Destiny Waiving, Bureau B.
Godspeed You! Black Emperor, G_d’s Pee AT STATE’S END!, 4AD

Music with traditional elements (with improvisation or electronics as well)

Arooj Aftab, Vulture Prince, New Amsterdam R.
Sinikka Langeland, Wolf Rune, Ecm R.
La Nòvia, Maintes Fois, Nòvia R.
Stefano Leonardi & Antonio Bertoni, Viandes, Astral Spirits
Jerusalem in My Heart, Qalaq, Constellation
Coşkun Karademir, Tord Gustavsen, Derya Türkan, Ömer Arslan – Silence, Kalan

Essays/Books/Musicological writings

Carlo Alessandro Landini, L’occhio di Proteo. Saggio di Neuroestetica Musicale. Lim E.
Agostino Di Scipio, Circuiti del Tempo, Lim
Denis Dufour entretiens avec Vincent Isnard, La composition de l’écoute, Editions MF
Guillaume Tarche, Steve Lacy (unfinished), Lenka Lente
Andy Hamilton, Pianos, Toys, Music and Noise: Conversations with Steve Beresford, Bloomsbury
Mattia Merlini, Le ceneri del prog, Lim

Articolo precedenteUna poetica per le contingenze del mondo: Claudio Milano
Articolo successivoGottfried Michael Koenig
Music writer and founder of Percorsi Musicali, a multi-genre magazine focused on contemporary music and improvisation's forms. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 1800 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.