La musica imprevedibile di Francesco Giomi

0
333
foto Roberto Deri - Tempo Reale Francesco Giomi - musica dal vivo, public domain

Rifarsi ai concetti dell’improvvisazione cosiddetta non idiomatica significa prendere in considerazione tutte le pratiche d’improvvisazione che non hanno un sistema teorico musicale predeterminato. Tra queste rientrano sia la free improvisation sia tutte quelle forme di improvvisazione in cui c’è un certo grado di previsione dettato da istruzioni di vario genere nelle partiture. Su questo punto si è elaborato moltissimo negli ultimi cinquant’anni a livello di esperienze e metodi

in alternativa
Articolo precedenteLugano Percussion Ensemble: Ondes
Articolo successivoI Sentieri Selvaggi sulle traiettorie della musica di Giorgio Colombo Taccani
Music writer, independent researcher and founder of the magazine 'Percorsi Musicali'. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 2000 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.