Le nuove generazioni compositive italiane: Maria Vincenza Cabizza

0
541

Non capita tutti i giorni di restare sorpresi dalla musica quasi immediatamente, già nel momento in cui si valuta ancora il primo impatto di quanto si ascolta. Questa condizione ebbe modo di manifestarsi per me già nel primo ascolto di un pezzo della compositrice di Sassari Maria Vincenza Cabizza (1991): si trattava di Searching The Third, una composizione del 2017 in cui Cabizza aveva formalizzato un’unione insolita tra la musica contemporanea e l’heavy metal; l’intuizione

Articolo precedenteBeat Furrer’s string quartets
Articolo successivoL’improvvisazione libera giovanile in Norvegia
Music writer, independent researcher and founder of the magazine 'Percorsi Musicali'. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 2000 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.