Dana Jessen & Taylor Brook: Set

0
210

Nel fornire nuove combinazioni dei parametri musicali, i musicisti più attenti non possono dimenticare quanto avvenuto nel secondo novecento riguardo al timbro e alla possibilità di creare forme musicali in posizioni di correlazione. Se da una parte le scelte di approfondire la forza di armonici e risonanze è una condizione essenziale per saggiare la qualità di approcci o tecniche estensive particolari, dall’altra è opportuno non perdere mai di vista l’impianto delle note e delle linee melodiche; solitamente in

Articolo precedenteJürg Frey: Circular music (Ext.n°1-n°2-Ext.n°2)
Articolo successivoDi Rosa e Nicita: Afternoon
Music writer, independent researcher and founder of the magazine 'Percorsi Musicali'. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 2000 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.