La giovane improvvisazione libera nell’est europeo

0
151
photo screenshot video Klára Pudláková, Sound - Jan Vaniš Video - Veronika Butkevich Studio HAMU 2021

L’indagine sulla libera improvvisazione giovanile in Europa scopre molte verità su cosa sta succedendo a livello culturale nei vari paesi. Se paragoniamo i tempi attuali a quelli in cui essa ha vissuto il suo periodo d’oro (la metà dei sessanta/gli interi settanta soprattutto), la situazione della free improvisation è nettamente cambiata e, come presentato nelle mie analisi, frastagliata nelle intenzioni: se è vero che permane un collegamento logico con il vigore della scoperta musicale dei pionieri europei, una circostanza

in alternativa
Articolo precedenteLe esposizioni oscure di Simone Santi Gubini
Articolo successivoSixth-tone Harmonium: Miroslav Beinhauer per Warm Winters e Sub Rosa
Music writer, independent researcher and founder of the magazine 'Percorsi Musicali'. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 2000 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.