Le esposizioni oscure di Simone Santi Gubini

0
325

www.simonesantigubini.com

Il 26 gennaio è stata pubblicata su NEOS The Black Exposition, la prima monografia del compositore Simone Santi Gubini. Chi legge Percorsi Musicali sa che nel passato Simone è stato un incredibile contributore della rivista (leggi qui), con saggi musicologici ed un’enunciazione della propria musica stimolata da una veemente massa di intenzioni: in breve, ha tirato fuori un vero e proprio manifesto della sua musica, procrastinando quella funzione essenziale dell’arte che vede lo shock come perno dell’originalità e dell’esaltazione dei principi.

Per la pubblicazione di The Black Exposition sono

in alternativa
Articolo precedenteTradizione, oralità e strategie contemporanee: Alessandro Milia
Articolo successivoLa giovane improvvisazione libera nell’est europeo
Music writer, independent researcher and founder of the magazine 'Percorsi Musicali'. He wrote hundreads of essays and reviews of cds and books (over 2000 articles) and his work is widely appreciated in Italy and abroad via quotations, texts' translations, biographies, liner notes for prestigious composers, musicians and labels. He provides a modern conception of musical listening, which meditates on history, on the aesthetic seductions of sounds, on interdisciplinary relationships with other arts and cognitive sciences. He is also a graduate in Economics.