Poche note sull’improvvisazione italiana: alla ricerca di graduali attimi fuggenti

Uno degli errori della trasmissione televisiva di Stefano Bollani sui Raitre, stava nel fatto di dover affascinare con i soliti mezzi: Stefano dava delle belle lezioni di jazz, si invitavano musicisti piuttosto circoscritti nell'ambito...

Luoghi di smistamento jazz e animismi improvvisativi

Qualche riflessione sulle ultime pubblicazioni Leo Records. Parto dal giovane pianista tedesco Lucas Leidiger che si presenta nei suoi Dialogues con il sassofonista belga Daniel Daemen. Leidiger ha studiato con Kaufmann e Gratkowski, tuttavia il...

Spirits rejoice!: Jazz and american religion

Nell'ascolto del jazz siamo da sempre stati incantati da quel potere liberatorio che ci viene regalato sotto forma di rilassamento quasi terapeutico; inoltre ne apprezziamo in maniera quasi automatica le sue qualità restringendo il...

Adorno e le sue Variazioni sul jazz

La Mimesis ha da poco pubblicato un volumetto di circa 150 pagine, che raccoglie le traduzioni in Italiano di tutti gli scritti specifici che Theodor W. Adorno ha effettuato sul jazz: si tratta di...

Discrezioni, sottigliezze ed indici del pensiero

Ascoltare oggi musica con radici salde nel passato è operazione rischiosa, può condurre ad una sorta di svilimento emotivo: tuttavia un orecchio ben abituato a cogliere le differenze può intercettare una vera novità in...

Gli approfondimenti della ricerca musicologica di Marcello Piras: il suo libro “Dentro le note”...

Gunther Schuller fu uno dei primi allertatori sulla condizione avvenente della musicologia jazz: egli, riconoscendo una centralità planetaria alla musica cosiddetta afro-americana, poneva le sue ambiguità in relazione alle deficienze degli specialisti in materia...

Jazz postmoderno pervaso dalla scoperta elettronica

  Stockhausen ispirò i suoi principi di ricerca nell’allora vago territorio che comprendeva le relazioni tra l’elettronica e l’acustica: negli anni cinquanta non disponeva di ritrovati scientifici e basava le proprie scoperte su una diretta...

Nord e Sud Africa: la voglia di africanità di Randy Weston e Dollar Brand

  Sebbene sembri paradossale, già i primi compositori jazz auspicavano un ritorno alle tradizioni ancestrali che si conservavano nella madre terra, l'Africa. Duke Ellington, accanto alla sua superba scrittura swing, non nascondeva quella virtù di...

Michael Wollny’s [Em]: Wasted & Wanted

Pluricensito da parecchia critica ed artista di punta dell'Act Records, il pianista tedesco Michael Wollny è considerato oggi da alcuni come la più grande personalità della Germania jazzistica dai tempi di Albert Mangelsdorf (vedi l'Hamburger...

Biologo del sentimento: Arve Henriksen

Musicista in perenne rinnovamento, Arve Henriksen può essere considerato, senza dover essere smentiti, uno dei factotum dell'attuale scena jazzistica norvegese. E con riferimento al termine jazzistica ci sarebbero da fare ulteriori specificazioni ed allontanamenti...

Notizie

METALLICUM: il progetto di Laura Faoro e Silvia Cignoli

Vincitrici del bando Life is Live organizzato dalla cooperativa Smart in collaborazione con la Fondazione Cariplo, METALLICUM è il nuovo progetto della flautista Laura...

SoundOut Festival 2024

Amelia Cuni