Analisi comparativa della musica di Bill Evans e Michel Petrucciani

E’ arduo parlare di questi musicisti non perché io non sia convinto di ciò che dico ma perché sono convinto che le disapprovazioni saranno tante. L’armonia di B. Evans è fondamentalmente tonale, non mancano brani...

Analisi dell’armonia di Bill Evans

Nella armonia di B. Evans troviamo diverse tipologie di accordi, in particolare sono presenti le 9^ che arricchiscono il sound di accordi maggiori, minori e di VII. Presenti spesso anche gli accordi VII sus...

II V I TONALE O MODALE?

Prendiamo come esempio il II-V-I: D-  GVII  C Si tratta di un giro armonico tipico della armonia tonale ma esso può anche rientrare nella armonia modale. In effetti la cadenza della dominante primaria sulla triade...

Importanza del concetto Lydio cromatico nella armonia modale

Questo è un articolo breve ma di fondamentale importanza per i musicisti che desiderano dedicarsi seriamente alla Armonia modale. L’approccio alla armonia e quindi alla musica modali non può avvenire nell’ambito di una organizzazione tonale...

Analisi armonica del brano modale Actual Proof di Herbie Hancock

Non a caso ho scelto questo  brano per l’analisi armonica, il motivo sta nel fatto che si tratta di un brano modale e quindi l’analisi armonica che ne deriva è anch’essa modale. Si tratta di...

I modi

di Giuseppe Perna, tratto dal suo libro "Armonia Funzionale". Avete letto bene, ho scritto “MODI” non ho scritto “SCALE MODALI”. I “Modi diatonici Non Alterati ” sono la struttura di base della composizione modale. Essi possono essere alterati...

Considerazioni sulla armonia della musica leggera attuale e quindi delle canzoni di Sanremo

La scala Ionian e l'armonia che da essa ne deriva è un prodotto generato dalla scala lydian cromatica, uno dei tanti. Possiamo adoperarla come è stata adoperata nei secoli, l'importante è conoscere questa sua origine...

Analisi armonica di “The days of wine and roses” (seconda parte)

Seconda parte: nella prima parte ho elencato le scale più ingoing da suonare sugli accordi del brano, nella seconda parte elencherò le scale più outgoing. Fmaj7: F lydian augmented Eb7: E lydian, A lydian, G lydian...

Analisi armonica di “The days of wine and roses” (prima parte)

Prima parte: utilizzo delle scale più “ingoing”. La prima scala indicata è quella più in going, la seconda e soprattutto  la terza sono meno ingoing. A: Fmaj7/Eb7/D7b5b9/D7/G-7/Bb-/Eb7/A-7/D-7/G-7/C7/E-7b5/A7b9/D-7/G7/G-7/C7/ B: Fmaj7/Eb7/D7b5b9/D7/G-7/Bb-/Eb7/A-7/D-7/B-7b5/Bb7/A-7/D-7/G-7/C7/F6/ Esempi di scale: C Lydian: C/D/E/F#/G/A/B/ C Lydian augmented: C/D/E/F#/G#/A/B/ C...

Analisi armonica di “Time Remembered” (Bill Evans, terza ed ultima parte)

Nel corso della terza parte darò dei consigli pratici nella scelta delle scale da abbinare all’accordo da spartito. Quando accordi diversi possono essere abbinati alla stessa scala è preferibile adoperare la scala comune. B-9 e C...

Articoli Più Letti

Servire l’umanità in evoluzione: Gianni Lenoci

  ...."Dal mio punto di vista, la maggior parte dei musicisti di jazz italiani e non (in particolare quelli più in vista e che quindi...